ACQUA PUBBLICA, LA MARCIA CONTINUA! 💧

Venerdì sera si è tenuta, presso la sala dell'ex Comune di Rivoltella, una interessante serata sul tema dell'Acqua Pubblica, con attenzione particolare alla situazione della nostra provincia.


In compagnia di Marco Apostoli abbiamo ripercorso gli avvenimenti di questi ultimi 4 anni, da quel 18 novembre 2018 quando oltre 216.000 cittadini bresciani si recarono alle urne allestite in tutta la provincia per partecipare al referendum che chiedeva di impedire l'ingresso di un soggetto privato nella gestione del ciclo idrico integrato.

Fino ad arrivare alla situazione attuale, certamente molto diversa rispetto ad allora, con un società di gestione del ciclo idrico integrato, Acque Bresciane, a partecipazione interamente pubblica, perfettamente strutturata e in grado di attrarre ingenti finanziamenti per realizzare investimenti importanti sull'intera rete del territorio. Questo consente oggi al modello attuale di gestione di reggere e vincere il confronto con quel sistema misto pubblico-privato che per un lungo periodo è stato propinato come unica strada possibile per il futuro del ciclo idrico bresciano.


Questo nuovo scenario, insieme all'impegno nelle istituzioni di quei soggetti politici che hanno sempre creduto nel modello di gestione interamente pubblica, consentiranno di portare in votazione nel prossimo Consiglio Provinciale una delibera per la valutazione dell'offerta di gestione dell'intero Ciclo Idrico Integrato da parte di Acque Bresciane, passaggio formale che di fatto segnerebbe un netto e deciso cambio di direzione verso una gestione totalmente pubblica, allontanando si spera definitivamente la possibilità dell'ingresso di un socio privato.


In attesa che si compia questo decisivo passaggio abbiamo voluto riaccendere un faro su un tema da tempo uscito dalle prime pagine dei giornali locali, ma che a breve dovrà ritornare all'attenzione di tutti i cittadini bresciani.

Sarà infatti compito di ciascuno di noi, dal cittadino all'attivista, fino ai Consiglieri Comunali e agli amministratori del territorio, fare in modo che alla prossima Assemblea dei Sindaci, quando questi saranno nuovamente chiamati ad esprimersi in merito al sistema di gestione da adottare per il Ciclo Idrico Integrato, la scelta sia nettamente e inequivocabilmente a favore di un sistema interamente pubblico.


E' nell'interesse di tutti noi fare in modo che un bene prezioso e indispensabile come l'acqua resti nelle mani dei cittadini e quanto più lontano possibile dalle logiche di mercato e del profitto.

La battaglia per l'Acqua Pubblica continua, ciascuno di noi faccia la propria parte!


Personalmente mi impegnerò fin da subito, come ho sempre fatto anche in questi anni, affinché l'Amministrazione e il Sindaco di Desenzano prendano una posizione netta e chiara a favore di un sistema di gestione del Ciclo Idrico interamente pubblico.



5 visualizzazioni0 commenti